logo pp3r
seleziona tema:
h o m eL O G I NForum
Le pagine di lucioTS
Loco 36792  -  72442 auto costruito  -  K83 auto costruito  -  S88N auto costruito  -  sensore IR  
luce in cabina gru 7051  -  treno cantiere  
luce in cabina gru 7051

Appena ho installato la gru sul mio plastico (dopo quasi 2 anni in scatola) mi è venuta la voglia di rendere indipendente la luce dal funzionamento del magnete.

 

Per avere sempre la luce accesa era necessario scollegare il magnete perchè tenere sempre il magnete 'acceso' può portare alla rottura dello stesso, oppure bisogna rinunciare al magnete.

 

Mi sono chiesto come portare una seconda linea di corrente all'interno della cabina.

La soluzione più semplice era di portare un cavetto aggiuntivo ma la rotazione della gru potrebbe portare ad un attorcigliamento dei fili con conseguente negative.

 

Ho smontato la cabina gru è ho visto che il passaggio di corrente avviene tramite un contatto strusciante.

La soluzione più semplice era di replicare, tramite un anello di metallo, tale tipo di contatto.

Purtroppo in commercio non ho trovato anelli di metallo con uno spessore tale da passare sotto la cabina della gru. Inoltre bisognava evitare il contatto tra l'anello e le viti che fissano la base alla struttura della gru.

Altra soluzione era di ricostruire tutta la base.

 

Poi c'era anche il problema di come inserire una linguetta metallica sotto la cabina per captare la corrente.

 

Ho trovato una soluzione osservando la striscia di rame che si usa per dissaldare.

Ho realizzato una basetta ed ho usato un pezzetto di striscia di rame come 'spazzola' isolandola con una guaina termo restringente.

 

Naturalmente è possibile usare il nuovo contatto per installare una seconda luce.

 

Nelle foto il procedimento che ho utilizzato.

1) la base della gru (prima della modifica)

2) l'anello di contatto originale

3) il contatto originale

4) interno della cabina. Il cavetto rosso alimenta la lampadina è in parallelo con il contatto del magnete

5) realizzazione della basetta. L'altezza della basetta ramata è di 1mm. La foto è stata fatta dopo l'incisione.

6) quel che rimane della basetta dopo averla 'smerigliata'. Un anello.

7) posizionamento della basetta sulla sede originale. Il fissaggio della basetta è fatto tramite biadesivo sottilissimo. Ho preferito evitare l'uso di colle per l'eventuale sostituzione dovuta ad usura.

8) vista laterale dell'anello aggiuntivo.

9) la nuova presa di corrente è pronta. Un cavetto rigido aggiuntivo porterà la corrente. La saldatura è stata smerigliata per assottigliarla il più possibile.

10) il contatto strusciante artigianale. Si tratta di un pezzo di treccia di rame inserita in un tubetto di guaina termo restringente. La base è stata leggermente stagnata per favorire il contatto. Un foro sulla base della gru porta il contatto esattamente sopra l'anello.

11) il nuovo collegamento interno. Il tubetto di guaina è stato fissato tramite colla a caldo. Il cavetto della lampadina è stato dissaldato dalla vecchia posizione e saldato alla treccia di rame.

12) vista laterale a lavoro concluso. Per concludere il lavoro si porvvederà a 'nascondere' il cavo aggiuntivo assieme a quello già presente.

 

Con un interrutore si può comandare l'accensione della lampadina rendendola indipendene dal magnete.

 

Come aggiunta è possibile montare un led (protetto da opportuna resistenza e con un diodo in antiparallelo per l'uso in corrente alternata) in parallelo al contatto del magnete per sapere se questo è alimentato (di prossima realizzazione).

Clicca qui per link diretto a questa discussione sul forum (3Rotaie)


1) la base della gru


2) anello di contatto


3) il contatto 'strusciante'


4) interno cabina


5) la basetta


6) basetta fresata


7) la basetta in sede


8) vista laterale


9) basetta pronta


10) il contatto 'strusciante' artigianale


11) collegamento interno luce


12) vista laterale