Link al Plastico Vintage

 

Il plastico di Piero Messori

 

Queste prime foto sono relative a una parte soltanto del plastico ed esattamente alla grande stazione di transito, e nemmeno tutta. Sono state scattate al tempo della digitalizzazione, essendo l’impianto nato analogico, per cui vedrete modelli sia dell’uno che dell’altro sistema di alimentazione.

 La stazione comprende 4 binari arrivi-partenze, binari di ricovero e anche sorpasso, rimesse loco elettriche e rimesse loco a vapore, settore rifornimento gasolio loco diesel e settore rifornimento loco a vapore ( acqua, carbone, sabbia e doppia fossa di scarico ceneri ) non completamente visibili in queste foto, magazzino. Dalla stazione si dipartono una linea principale a doppio binario, quindi 2 circuiti, che porta a una parte nascosta con 4 binari per l’alternanza dei convogli; e una linea secondaria a binario semplice che conduce a una stazione di testa con 4 binari a livello superiore dall’altro lato del plastico, quindi un circuito. Sono tutte elettrificate. L’impianto è gestibile in funzionamento automatico e manuale.

 Per il momento non è necessario che mi dilunghi sui particolari della movimentazione nelle linee esterne in quanto non riprese dalle foto, inoltre quella parte pur essendo completamente funzionante è ancora priva di paesaggio.

 I binari sono alimentati in “digital”, quindi control unit 6021+booster 6017 mentre gli articoli elettromagnetici sono rimasti collegati in tradizionale. Successivamente l’alimentazione ai binari sarà modificata in “systems” di 1° generazione con l’inserimento della CS1 che posseggo dalla sua comparsa e che insieme alla 6021+booster 6017 costituiscono un gruppo omogeneo e compatibile di unità di controllo multi-treno senza l’aggiunta di diavolerie varie, perché le cose in seguito sono cambiate e io mi fermerò qui anche per motivi di anagrafe.

Piero Messori

 

 

 

 

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2011

 

Con queste immagini si completa la panoramica sulla stazione di transito, con i binari principali “arrivi e partenze e altre inquadrature particolari sui binari di servizio. Sullo sfondo si può notare una parte della città di recente realizzazione e in continua evoluzione. Il parco macchine è stato quasi completamente rinnovato. Nel filmato”arrivi e partenze”la movimentazione è completamente in automatico.

Piero  Messori