Il plastico è composto da due moduli da 120x140 centimetri, che possono essere staccati e posti uno sopra l'altro (uno è dotato di ruote), così da essere spostati (il progetto originario prevedeva di riporlo in soffitta).

Il circuito è piuttosto semplice e lineare, ho cercato comunque di inserire tutti gli elementi presenti nell'immaginario collettivo: ponte, passaggio a livello, stazione e deposito. Per il paesaggio ho optato per qualcosa di semplice e non molto dettagliato, anche perchè a mio parere la serie 3000 e i binari M stonano in un plastico realistico. La parte che personalmente ritengo meno riuscita è stata la vegetazione (in particolare erba e sentieri).

L'alimentazione è ripartita su 3 trasformatori da 30VA: uno per la parte interna, uno per la parte esterna e uno per le luci (uscita regolabile) e apparati elettromagnetici (fissa); questo perchè tutti i vagoni e tutti gli edifici sono illuminati e con un solo trafo non ri riesce nemmeno ad invertire la marcia. Il circuito presenta sette sezionamenti (di cui 6 comandati da segnali) così da poter facilmente far girare e manovrare fino a 3 treni e 3 loco. Sono poi presenti 2 binari di contatto per la marcia automatica di 2 treni.

I rotabili appartengono tutti alla serie 3000 (tutto analogico) e per questione di "coerenza" sono solo tedeschi (le loko americane in DE sono difficili da immaginare ) e non elettrici.

La lista rotabili:
loko: 3000.4 3000.7 3016.3 3021.12 3031.2 3048.4 3064.1 3078.1 3098.1
vagoni: 3x4002 4018 4081 4085 4087 4098 4074 4424 4502 2x4506 4508 4509 4514 3x4607 4612

Oltre al Marklin (di cui ho anche diversi binari K e C) possiedo un po' di materiale in CC Lima/Roco/Rivarossi proveniente dai vecchi plastici dismessi.
Il prossimo progetto di ampliamento consiste nella costruzione di una zona deposito, con piattaforma girevole e grande scalo merci.