Egregi Signori buongiorno,

sono lieto di condividere con Voi una passione che da molte generazioni influenza la mia famiglia. Sono figlio di un ferroviere, un papŕ fantastico che mi portava a fare le notti a Torino Porta Susa per sopprimere i miei pianti disperati. Ed io, su un tronchino con un locomotore da manovra, a 6 anni, facevo avanti e indietro tutta la notte…che bellezza!!

Ho voluto citare questo aneddoto, per farvi capire fino a che punto arriva la mia dipendenza dal modellismo ferroviario. Anche se con poco spazio e tempo, adesso posso finalmente dedicarmi al mio piccolo ma soddisfacente plastico Marklin. Premetto che nel Natale del 1988, mi fu regalata una confezione di avvio proprio della Marklin, contenente una Br 24, binari M e tre vagoncini in lamierino. Fu amore a prima vista per la Marklin, pertanto ho voluto continuare su questa strada, anche con un pizzico di digitale che non guasta!!!

Sto lavorando a questo piccolo impianto, prelevato da un Marklin Magazine (04/2008), di cui allego immagine. Ho voluto implementare quanto consigliato dalla Marklin, con una galleria, che dona sempre il suo fascino!
La trazione č sia digitale, con MS2, che analogica. La gestione dei segnali č interamente analogica, viste le dimensioni ridotte dell’impianto. C’č ancora molto da fare e naturalmente sono ben accette le critiche ed i consigli.

Allego alcune foto dello stato attuale dell’impianto.

A presto amici e grazie.

Pitarresi G. Federico.

 

 

 

 

 

altre foto pervenute il 2 maggio 2011

 

 

nuove foto pervenute il 29 ottobre 2014